Mercedes-Benz Trucks presenta due novità a livello mondiale per garantire maggiore sicurezza su strada

- Active Sideguard Assist con funzione di frenata automatizzata disponibile da giugno 2021 a integrazione del sistema di assistenza alla svolta per la maggior parte dei modelli Actros ed Arocs

 

- Sempre da giugno 2021 per la maggior parte dei modelli Actros offerti sul mercato: Active Drive Assist 2 dispone della funzione Emergency Stop in grado di frenare automaticamente il veicolo fino all’arresto in caso di emergenza

Stoccarda – Mercedes-Benz Trucks ha sempre avuto un ruolo pionieristico nel settore in materia di aumento della sicurezza dei propri veicoli. Da anni l’Azienda investe centinaia di milioni di euro in ricerca e sviluppo per mettere a disposizione degli autisti una serie di sistemi di assistenza che forniscono un supporto sempre migliore nella loro attività, incrementando nel contempo la sicurezza di tutti gli utenti della strada. Gli esempi più recenti sono rappresentati dall’Active Sideguard Assist con funzione di frenata automatizzata e dall’Active Drive Assist 2 con funzione di arresto di emergenza automatico, entrambi disponibili da giugno 2021.

 

Poiché ogni incidente è un incidente di troppo, occorre fare tutto il possibile per evitare che si verifichi o, perlomeno, per attenuarne le conseguenze per tutte le parti coinvolte.

 

Di fondamentale importanza ai fini di una maggiore sicurezza stradale sono soprattutto i sistemi di assistenza in grado di supportare attivamente il conducente in situazioni critiche rilevate dal sistema stesso, senza ovviamente esimerlo dalle proprie responsabilità al volante. Anni fa, ad esempio, l’Associazione federale tedesca dei trasporti su strada, della logistica e dello smaltimento dei rifiuti, in collaborazione con l’Associazione professionale per il trasporto ed il traffico e la compagnia di assicurazioni Kravag, hanno dimostrato, nell’ambito di una sperimentazione pratica che ha coinvolto oltre 1.000 veicoli, che i truck dotati di sistemi di assistenza alla guida hanno una probabilità di incorrere in incidenti inferiore del 34% rispetto a veicoli di riferimento analoghi.

 

Con sistemi come l’assistente alla frenata d’emergenza Active Brake Assist di quinta generazione (ABA 5), il sistema di assistenza alla svolta con rilevamento di pedoni e ciclisti, l’Active Drive Assist per la guida semiautomatica (livello 2) e le MirrorCam al posto dei retrovisori principali e grandangolari, Mercedes-Benz ha nuovamente innalzato in modo significativo il livello di sicurezza dei propri veicoli industriali. Ciò vale in particolare per l’ultima generazione dell’Actros e per gran parte dei modelli dell’Arocs, che attualmente offrono lo standard più elevato di tutti i truck della Stella per quanto riguarda l’architettura di sicurezza ed i relativi sistemi di assistenza installati a bordo.

 

 

Prima novità: Active Sideguard Assist con funzione di frenata automatizzata

 

Guidare un truck pesante nel traffico urbano su strade a volte strette ed in prossimità di incroci con scarsa visibilità rappresenta una grande sfida per molti autisti professionisti. Ciò vale in particolare per le manovre di svolta. Il conducente deve prestare attenzione, da un lato, ai semafori, alla segnaletica, al traffico trasversale e proveniente in direzione opposta, e dall’altro tenere d’occhio i pedoni ed i ciclisti sui lati.

 

L’aspetto problematico è rappresentato dal fatto che spesso gli utenti della strada non protetti non si rendono neanche conto che il conducente di un truck potrebbe non vederli in determinate situazioni. Inoltre, gli autocarri pesanti con passo lungo o con rimorchio hanno un comportamento in fase di svolta che non è sempre facile da interpretare per gli altri utenti della strada: prima di sterzare, infatti, devono proseguire diritti verso l’incrocio per tenere conto del movimento a seguire da parte del semirimorchio o del rimorchio. Un ciclista sul lato del passeggero anteriore o un pedone che attraversa potrebbe non aspettarsi una manovra di svolta, ma piuttosto la prosecuzione della marcia in rettilineo.

 

 

L’intervento frenante attivo può costituire, in determinate circostanze, un’ulteriore funzione salvavita

 

In tali situazioni, il sistema di assistenza alla svolta sviluppato da Mercedes-Benz Trucks e disponibile da fabbrica già dal 2016 per molti modelli della serie Actros, Arocs o Econic, è in grado di intervenire fornendo un valido supporto. Mediante un processo strutturato su più livelli, il sistema di assistenza alla svolta è in grado di avvertire il conducente quando svolta a destra, se – ad esempio – nella zona di monitoraggio sul lato passeggero anteriore è stata rilevata la presenza di un ciclista o di un pedone.

 

A partire da giugno 2021, Mercedes-Benz Trucks offrirà, in aggiunta al sistema di assistenza alla svolta, anche l’Active Sideguard Assist (ASGA), che in determinate circostanze, rappresenta un’ulteriore funzione salvavita: il nuovo sistema, oltre ad allertare il conducente della presenza di ciclisti o pedoni in movimento sul lato passeggero anteriore, può anche effettuare una frenata automatizzata fino al completo arresto del veicolo fino a una propria velocità di svolta di 20 km/h, se il conducente non reagisce ai segnali di avvertimento. L’ASGA è in grado di rilevare la necessità di effettuare questo intervento frenante attraverso l’angolo di sterzata e, idealmente, di evitare una possibile collisione. Mercedes-Benz Trucks è, pertanto, il primo produttore di veicoli industriali al mondo a offrire un sistema di questo tipo con funzione di frenata attiva ed intende contribuire a ridurre il numero di incidenti legati a manovre di svolta a destra che causano lesioni gravi o addirittura costano la vita.

 

 

Seconda novità: Active Drive Assist 2 con funzione Emergency Stop

 

Anche l’Active Drive Assist (ADA) rappresenta un’ulteriore evoluzione sul fronte della sicurezza: un sistema che, nel caso del nuovo Actros, consente per la prima volta a livello mondiale la guida parzialmente automatizzata secondo il livello 2 di guida automatizzata a bordo di un autocarro di serie. In determinate condizioni, supporta attivamente il conducente nella guida longitudinale e trasversale del veicolo e può mantenere automaticamente la distanza, accelerare e sterzare a condizione che siano soddisfatti i requisiti di sistema necessari, come un raggio di curva sufficiente o linee di demarcazione della carreggiata chiaramente visibili. Se il conducente si avvicina troppo al veicolo che precede, l’ADA può frenare autonomamente il truck in base alla distanza di sicurezza impostata rispetto al veicolo che precede. Quando, poi, la distanza dal veicolo che precede è di nuovo sufficiente, il sistema può accelerare nuovamente il truck fino alla velocità impostata.

 

A partire dal giugno 2021, l’ultimissima generazione del sistema (ADA 2) sarà in grado di fare ancora di più: avviare una frenata di emergenza se durante la marcia il sistema rileva che il conducente non interviene più in modo continuo nel processo di guida, ad esempio a causa di sopraggiunti problemi di salute. In prima battuta, il sistema invita il conducente a riposizionare le mani sul volante mediante segnalazioni ottiche ed acustiche. Se, dopo essere stato ripetutamente avvertito e trascorsi 60 secondi, il conducente continua a non reagire sterzando, accelerando, frenando o azionando i sistemi del veicolo, ad esempio utilizzando i tasti del volante, il truck è in grado – entro i limiti del sistema – di decelerare fino ad arrestarsi in sicurezza all’interno della propria corsia e di avvertire il traffico che segue attivando il lampeggiatore di emergenza. L’arresto d’emergenza avviato dal sistema può essere interrotto in qualsiasi momento accelerando a fondo. Una volta che il truck si è fermato, il sistema può inserire automaticamente il nuovo freno di stazionamento elettronico. Inoltre, le porte vengono sbloccate in modo da consentire a paramedici o ad altri soccorritori di raggiungere direttamente il conducente in caso di emergenza medica.

 

 

Active Brake Assist 5: assistente alla frenata d’emergenza per la guida in autostrada e nel contesto urbano

 

L’intervento frenante automatico dell’Active Sideguard Assist rispettivamente l’arresto di emergenza automatico dell’Active Drive Assist 2 non devono essere confusi con la funzione di frenata di emergenza dell’Active Brake Assist 5: l’ABA 5 funziona avvalendosi di una combinazione di sistema radar e telecamere e, a differenza dell’ABA 4, può reagire in caso di persone in movimento, non più effettuando solo una frenata parziale, ma anche con una frenata di emergenza fino una velocità del veicolo di 50 km/h.

 

Se l’ABA 5 rileva il pericolo di un incidente che coinvolge un veicolo che precede, un ostacolo fisso o una persona che attraversa provenendo dalla direzione opposta, che si muove nella propria corsia o che si ferma improvvisamente in preda allo spavento, il conducente riceve in prima battuta un avvertimento ottico ed acustico. Se il conducente non reagisce adeguatamente, in una seconda fase il sistema può avviare una frenata parziale di tre metri al secondo, che corrisponde a circa il 50% della potenza frenante massima. In caso di collisione imminente, l’ABA 5 può effettuare, entro i limiti del sistema, una frenata di emergenza automatizzata ed al completo arresto del veicolo inserire il nuovo freno di stazionamento elettronico.

 

Per tutti i sistemi di assistenza alla guida di Mercedes-Benz Trucks vale quanto segue: sono sempre progettati per fornire all’autista il migliore supporto possibile entro i limiti del sistema, tuttavia – come prescrive anche la legge – chi si trova al volante deve mantenere in ogni momento il controllo del proprio veicolo, assumendosi quindi anche la responsabilità finale del comportamento del proprio truck.

(Piolanti Truck - 16/10/2020)

 

 

torna al blog